15 Giu 2005

Traffico in tilt: Sciopero della buona educazione.

Scritto da Blog Admin


Il prossimo che mi dice che sorridere paga… lo picchio!
Allora ecco la mia giornataccia nera:
Sveglia tarata sul tempo di percorrenza casa-lavoro in scooter (15 minuti max)…
suona quindi alle 8:10, ma la spengo e mi risveglio alle 8,30: diluvia!
Ma sono comunque di buon umore, la prendo con il sorriso, quasi ebete, che sembro Winnie the Pooh (o come caspita si chiama!).
Mi dico: “Acciderbolina, devo prendere l’autobus” (tempo di percorrenza medio con due bus, 40 minuti)…
esco alle 8,50 arrivo alla fermata… mentre l’autobus è già partito…
sorrido e penso “vabbè farò sicuramente in tempo a raggiungerlo al semaforo” lo rincorro sotto la pioggia… e infatti lo raggiungo alla fermata… sfodero un sorriso cortese e affabile svelando l’impronta compassionevole e languida del mio sguardo più da “figliodibuonadonnasalvandomiamamma”:
“mi apre per cortesia?”
“non posso!” fa l’autista!
Sento una strana reazione… i vestiti si lacerano… divento verde sulla carta di identità appare il nome Lou Ferrigno… ruggisco e
gestaccio con la mano al conducente che viene a significare “vammoriammazzato”…
corro alla fermata, arrivo prima di lui salgo…
“lei sa che è uno stronzo, vero?!”
Scatterebbe la rissa, sicuramente, se la litigata non venisse mitigata dalla presenza quanto mai opportuna dei controllori! Uno in particolare è simpatico e gentile e mi fa: “Non poteva farla salire…” Lo gurdo truce e con gli occhi gli dico: “non ti ci mettere anche te a dire cazzate che non è giornata…” Capisce benissimo e conviene: “Si vabbè poi ce stanno quelli che se mettono ma mano sul core e quelli stronzi… lasci stare, non vale la pena”.
In altre circostanze questo tipo mi avrebbe fatto simpatia a pelle e gli avrei restituito un sorriso… invece l’Hulk che sono diventato non ha pietà per nessuno e non lo degno di una risposta…
arrivo alla fermata della metropolitana… potrei prenderla o proseguire è quasi indifferente… però scendono tutti, chiedo ai controllori se la corsa è limitata… “no prosegue…”
infatti prosegue, ma di una sola fermata o due! fino all’ospedale Pertini… e non fino al capolinea!!!
“Ora che ci faccio qui?”
In effetti potrei farmi ricoverare…
le mie coronarie sono provate dalla corsa e dall’incazzatura…
e ora che faccio? ah ecco davanti c’è un’altro autobus fermo, sta per partire stesso numero… magari quello continua la corsa… salgo al volo… invece inverte la marcia e torna indietro… scendo dimenticando l’ombrello (il 10° che perdo quest’anno… è record mondiale!)
Torno alla fermata giusta, passano altri due bus, tutti a corsa limitata… ma ormai sto facendo del training autogeno nulla mi puo’ sconvolgere!
Intanto un cretino con lo scooter passa a tutta velocità sulla pozzanghera davanti alla fermata e doccia col fango tutti i poveri utenti metrobus in attesa… gli auguro una brutta giornata sul cesso, ma con garbo, quasi con serenità.
Ma la mia vicina alla fermata è più cattiva di me, e forse anche di Lucifero e fa con un ghigno: “tanto finisci sotto una macchina… e sta sicuro che se te li mando io i colpi… t’arrivano!”
Le avevo appena raccontato quello che mi aveva combinato l’autista dell’autobus precedente… quindi aggiuge: “anche a quello dell’autobus, che le affatto lo sgarbo… gli arrivano anche a lui… ci penso io… vivrà tanto… ma tra atroci sofferenze!”
Mi si gela il sangue: “chicazzè”? la sorella di Nosferatu!? Non è una matta patentata è una donna apparentemente normale sulla 50ina che sta andando al lavoro.
Mi allontano… non si sa mai. Torno buono perchè il confronto mi ha steso!
Intanto arriva l’autobus! Finalmente e da qualche minuto ha anche smesso di piovere.

Però il traffico è bloccato… ci mettiamo 25 minuti a fare 200 metri… una autocisterna della Esso è in bilico sulla scarpata… impossibile un incidente… la dinamica non avrebbe senso… o un malore o un errore di manovra o un guasto ai freni…
e mentre siamo tutti lì preoccupati a commentare:
“speriamo non si sia fatto nulla…”
dal fondo del bus si sente la voce della sorella di Nosferatu:
“ma je sta bene, ma magari more… così se ‘mparano a corre’!”
Ci guardiamo pietrificati. Sto per scendere, senza ombrello, e ricomincia a diluviare più forte di prima…
scendo vado all’altra fermata, il secondo autobus è appna ripartito è fermo al semaforo… guardo il conducente con inenarrabile cattiveria e lo fulmino con lo sgurda dicendogli: “se non apri sei un uomo morto, fottutissimo sacco di merda!”
Non ha fatto una piega ed ha aperto le porte.
Sono salito righiando uno scontato e freddo “grazie” e lui ossequioso: “prego”
Finalmente alle 10,40 sono arrivato in ufficio.
Sulla mail a sorpresa che ho trovato appena arrivato e le infernali implicazioni lavorative sorvolo perchè mi pare abbastanza così!
Ce la posso fare a superare questa giornata, ma non chiedetemi di prenderla con un sorriso sennò…

Sottoscrivi Commenti

26 Commenti to “Traffico in tilt: Sciopero della buona educazione.”

  1. Complimenti per il tuo “reportage”!!! Non so come tu abbia fatto a non prendere A TESTATE qualsiasi cosa ti si parasse davanti…!! Dopo una mattinata così comunque sei sicuro che NON TI POSSA SUCCEDERE NIENT’ALTRO…PERCHE’ TI E’ GIA’ SUCCESSO TUTTO!!! :-)

     

    Marcello

  2. grazie Valé, il tuo racconto mi ha allietato questa giornataccia….che come sai è meglio non raccontare….un bacio..in bocca al lupo x domani…..

     

    cri

  3. La mia giornata è stata bruttina, ma poi, letto qui, grazie alla sorella di Nosferatu, ho riso 5 minuti buoni!
    Grazie :)

     

    Selina

  4. Io ho una amica che quando “augura” qualcosa…

    Ma lo sa e si modera. Un blando…tesepossafermàamachinasuunapiazzoladesostadelraccordo (inspira) buiasolitariaconessunochetesecagamacnorercellualrecheèmorto (inspira) apartedueviadoschedecidonocheseiertipoloroeteevitano”gentilemente”acasa (inspira) loro

    Molto blanda.

    Che ci vuoi fare? E’ tutta “questione di stile” )cit.)

     

    Ziska

  5. Ok, a giudicare dal fatto che non sei ancora sul picci….stamattina è andata peggio.

     

    merit

  6. ziska

  7. Buongiorno!

    Marcello
    chi ti dice che non abbia preso a testate qualcuno… del resto ho omesso il resto della mattinata… quella passata in ufficio ;) ))
    ah… benvenuto, passo a trovarti…

    Cri
    un bacio a te, un “imboccallupo” a te… un abbraccio forte forte a te!! a dopo…

    Selina
    ti giuro che mi ha fatto paura quella donna… sul serio!

    Ziska
    beh, sì la tua amica al confronto della sorella di nosferatu è una dilettante moderatissima… eh eh… cmq quanto al post precedente … io ti promuovo… ma con la “condizionale”: devi seguire un corso di recupero… se capisci fino in fondo il teorema non puoi non condividerlo ;)

    Merit
    No la giornata è partita liscia (ma faccio gli scongiuri…) ma questa mattina avevo paura ad uscire di casa… ;) ))

     

    Valerio

  8. Tour della penisola Iberica prenotato per quano vuoi questo anno o il prossimo!!!!

    ADORO I TOUR. Si dorme poco, si fa casino, dove capita… BEEEEELLOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

     

    Ziska prenotata

  9. ma perchè se tutta l’acqua di Roma te la sei beccata te sono io che ho febbre e male alle orecchie????? Non è che hai detto alla tua amica di inviarmi qualche simpatico augurio????
    Gelatino serale??

    PS: per il viaggio ritienimi già della compagnia!!! Miiiiiiiiiiiiiiii che figo!!!

     

    grisù

  10. Ecchissàchemecredevo!!!
    Quanti anni sono che ti aggiri su questa terra?
    Non conosci le leggi di Murphy?
    Non ti disperare troppo, se qualcuno ha seguito le tue disavventure, starà ancora ridendo, quindi hai fatto anche un’opera buona…

     

    medusa

  11. dai valerio essendo giovedì la giornataccia è passata…ma poi sei andato a cena con la sorella di nosferatu???

     

    mitjorn

  12. consolati!!pensa che poteva andare peggio, avresti potuto trovare nella cassetta della posta un invito per la mostra di “arte”di Basilea dove è esposta la saponetta fatta con il grasso che è avanzato dal lifting del silvio…..non so perchè ma mi ricorda qualcosa….associazione di idee???

     

    cri

  13. Ciao ragazzi scusate se sono sparito tutto il pomeriggio, ma quasi senza preavviso, mi è piombato in ufficio un “auditor” della casa madre parigina della mia società, al quale ho dovuto spiegare come funzionano tutte le procedure relative al dipartimento HR dell’azienda… chiaramente il sig. Parigi non parla una parola di italiano.
    Allora sono andato a raschiare, dal fondo del barile della mia memoria, le scorie di francese studiate a scuola e lì sepolte da chissà quanto tempo e… aho… che ve devo dì, tre ore di conversazione non dico fluente ma quasi… e il tipo (per gentilezza credo) mi ha detto che lo parlo bene… in ogni caso il mio pensiero è andato a quella tr…simpaticona della mia prof di francese che mi metteva sempre e solo uno strimizito 6!!
    piccole rivincite

     

    Valerio

  14. wow…buongiorno? vabbuò, in bocca al lupo :)

     

    bud

  15. Oh, è con immenso piacere, con una mano sulla tastiera e l’altra ve lo lascio immaginare che affermo con solarità d’espressione e tono gaudente: che bella giornata!

     

    Buongiorno da Valerio

  16. ..oggi non ho immaginazione..
    dove ce l’hai ‘sta mano???!!!

    hihihi
    buummm

     

    barbara curiosa

  17. Toh, guarda… la gatta sorniona!
    Dai sforzati che ce la puoi fare ;)

     

    Valerio x Barbara

  18. permettetemi di sponsorizzare e invitarvi a leggere questo bellissimo post di
    mitjorn
    http://mitjorn.blog.tiscali.it/am2052235/#commenti

     

    Valerio

  19. buongiorno Valè, è quasi meglio quando c’hai un sacco da fare che almeno il blog rimane simile al giorno prima e io trovo tutto dalla stessa parte!!!

    Urge voto da pen!!

     

    grisù

  20. Mi pare d’aver capito che per il prossimo compleanno gradiresti in regalo un ombrello.

     

    Devil Buio

  21. Ho trovato il tuo blog tra i commenti in quello di Mitjorn….quando ho visto scritto Vitangelo Moscarda…ho dovuto subito controllare chi fosse…già me lo ero rivisto, col berretto di lana, gli zoccoli, il sorriso stampato…
    e poi ho trovato questo ultimo racconto…semplicemente esilarante, per i fatti accaduti e per il modo di presentarli (forse meno esilarante per te che li hai vissuti in prima persona!) Ma tranquillo anch’io sono un pendolare (treno+bus, evvaiii) e ne so qualcosa.
    Fatti un giro tra le patate da divano, se hai voglia!

     

    Primo Incerti

  22. buonasera ragazzi/e

    Grisù
    mannaggia a te… hai parlato, eh!!
    da quando hai lasciato il commento non ho avuto tempo di respirare in ufficio!!
    jgghfukaghukhbucygfghyihihi!!!!

    Davil
    in effetti si accettano oboli per ombrelli… l’ultimo mi è dispiaciuto: un bellissimo ombrello grande blu della martini… con quello parevo Richard Gere!!! eheheh
    cmq sto pensando di detrarre gli ombrelli persi dal 730… del resto è beneficenza!!!

     

    Valerio

  23. ..ebbene si…sono ancora viva!
    E voi direte:
    “…e chi se ne fr…”!!!!!
    Ma he si dicono queste coseee???? :/
    Tutto quasi ok…intanto mando un saluto a tutti gli ospiti di questo bloggetto!! :) ))

    Ehi Vale ma non è ora di cambiare sto post…..se vuoi posso darti qualche nuovo spunto..per esempio che ne dici del fenomeno D&D???!! vabbeh fa come vuoi….!!!

    baciuzzi baciuzzi
    :) )))))))))))))))))))))))))

     

    Manu resuscitata :/

  24. a Valé…
    ma la mano con cui ieri generosamente mettevi i pezzi di pizza nei nostri piatti..

    ..era la mano di cui sotto??!!

    bbbbuongiorno!!! ;)

     

    barbara dubbiosa

  25. Buongiorno a tutti!
    Nonostante tutto (…) è una bella giornata…
    e mi piace pensare che lo sia lo sarà davvero in cielo e in terra… vabbè lasciamo perdere.

    Manu tesoro… bentornata in rete!
    avrei molti argomenti sui quali scrivere…
    e certo tra questi gli aspetti generazionali relativi al concerto dei Durana Duran meriterebbero sicuramente qualche riga…
    ma non ho tempo purtroppo.

    Barbara
    ebbene sì… ;) ))

     

    Valerio

  26. No, Vale….
    basta co sto nero.
    E’ Ufficiale:
    IL NERO PORTA SFIGA!
    ;-)

     

    Manu arcobaleno